La ricerca suona così. Non potrebbe essere piu’ pop?

Cari amici di radio3scienza,
vi ringrazio molto per il graditissimo e piacevole invito di ieri sera. Una bella iniziativa che sicuramente permette di conoscere la ricerca e dare un po’ più di qualità all’odierno panorama della comunicazione.

Purtroppo non ho potuto seguire gli eventi della giornata, che immagino siano stati interessanti e abbiano sicuramente messo in evidenza il nostro lavoro da vari punti di vista.

Ciò premesso, spero non me ne vogliate se mi permetto una costruttiva critica allo spettacolo che ho trovato eccessivamente, e forse volutamente, complicato e difficile, quasi a sottolineare ancora una volta rigore e serietà della ricerca. Peraltro, ricerca e innovazione non sono la stessa cosa di ricerca e avanguardia, anche nei confronti delle centinaia di musicologi e musicisti che fanno ricerca nel loro campo.

Da ricercatore, questo modo di presentarci non mi e’ piaciuto molto. Trovo che non ci permetta di avvicinare la gente e di essere accettati dal comune cittadino, ma di raffiguraci sempre come una élite che si rivolge ai pochi che possono comprenderla.

La ricerca, i ricercatori, i tanti giovani che oggi cercano di resistere a chi non ne capisce le dinamiche e specificità, sanno e possono essere pop, alla portata di tutti. Perché continuare a racchiuderci in contenitori accessibili solo a chi deve necessariamente essere in grado di capire i vagiti di un trombone? Abbiamo pochi spazi, spesso relegati in orari difficilmente accessibili, come quelli del vostro programma, e forse a molti di noi piacerebbe essere avvicinati a qualcosa di più comprensibile…

Comunque grazie ancora a voi e Radio3, perché a parte queste considerazioni, probabilmente personali e  forse un po’ troppo di concetto, siete fra i pochi a dare spazio al mondo della ricerca.

Giovanni

 

Informazioni su Giovanni Mazzitelli

Senior Researcher - field of interest high energy physics and particle accelerators; science communication and education; sail and alpinism lover
Questa voce è stata pubblicata in Editoriali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...