SIM dati estero

simQuesto è un piccolo post tecnologico che magari può essere utile a qualcuno.
Dovendo passare un paio di settimane all’estero (Braile) ho provato a conoscere il mondo delle SIM DATI internazionali. Di fatto, come si legge in questo post (https://toomanyadapters.com/international-sim-card-comparison/) la scelta è scarsa: gigskye e surfroam. Effettivamente, se non volete comprare una SIM del paese in cui andate, scelta dove possibile assolutamente più economica, queste due SIM si propongono competitive con le tariffe in roaming dei vari operatori. Ad esempio gigsky in Brasile offre 2 GB per 15 gg a 30 euro mentre con vodafone si ha a 29. 99 euro per 10 gg 200 minuti, 10 sms e 1 GB. È vero ci sono le chiamate e gli sms, ma chi li usa più? Con gigsky si compra quindi un pacchetto, giornaliero o per 15gg e 30gg con vari tagli di consumo per il paese dove andate (trovate anche dei codici di sconto di 5 euro su internet). La app gigsky permette di tenere sotto il controllo consumo che nel mio caso è coinciso esattamente con quanto indicato dal contatore del telefono. Diverso invece è il servizio surfroam, che è una vera e propria ricaricabile DATI con un piccolo grande neo: contabilizza i dati in blocchi da 1 MB (il costo varia tra 0.01 e 0.03 cents/MB a seconda del paese). Questo rende complicato l’utilizzo perché i cellulari continuamente chiudono e aprono connessioni, cambiano cella ecc. Alla fine il costo diventa 4/5 volte il consumo effettivo, che rende il servizio poco utile. Inoltre non esiste un’app linkata ad un proprio account e bisogna ricordarsi numero della SIM e puk per controllare i consumi ogni volta…
In conclusione gigsky è stata una buona esperienza, surfroam invece purtroppo è da sconsigliare. Entrambe funzionano perfettamente con i telefoni dual sim.

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato | Lascia un commento

Visitante!

Bella esperienza all’università di Juiz de Fora, Brasile, dove la settimana scorsa ho tenuto un mini corso di fisica delle particelle elementari a gli ingegneri del dipartimento di elettronica. C’era anche qualche studente di fisica ed è stato interessante avere una classe eterogenea. Ci siamo divertiti e come sempre è finita a tarallucci e birra. Tutto il mondo è paese…

Grazie a Igor, Rafael e Arturito (detto Augusto) per l’invito e la loro infinita ospitalità e a tutti gli studenti e professori, famigliari, ecc. che ci hanno accolto e trasportato nel bellissimo sentimento brasiliano.

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Conoscere la radioattività

Uno delle parole piu’ usate da chi ha a che fare con la fisica delle particelle elementari è radioattività. Tutti conosciamo questa parola, generalmente la temiamo, anche se molte sue applicazioni ne hanno iniziato a cambiare il sentimento solo negativo che fin’ora la circondava. Viviamo in un mondo naturalmente radioattivo fatto da particelle elementari emesse dai materiali intorno a noi, e siamo bombardati da altre particelle provenienti dallo spazio, che ci raggiungono parecchie migliaia di volte al secondo.

La radioattività è responsible della nostra evoluzione, possibile causa di mutazione del nostro DNA cellulare, e per questo è anche pericolosa. Ma, opportunamente dosata, può curare o limitarne lo sviluppo di brutte malattie. Viviamo in un mondo radioattivo, un “bagno” di particelle elementari che ci colpiscono da ogni parte, che dobbiamo conoscere ed imparare ad usare. D’altronde questo è lo scopo della scienza, conoscere la natura e usarla a vantaggio dell’uomo.

Per questo fra i progetti del mio istituto c’è ITALRAD (ITALian RADioactivity project) il cui scopo è realizzare un piccolo, leggero ed agile elicottero che possa andare a caccia di radioattività per tutta l’Italia.

Il progetto è supportato da MIUR ed ha appena partecipato ad una importante competizione internazionale per il monitoraggio dell’ambiente radioattivo, distinguendosi per le sue speciali caratteristiche http://www.nationalgeographic.it/scienza/2019/11/01/news/cacciatori_di_radioattivita_italrad_italian_radioactivity_project_-4601390/

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , ,

To do list!

Pubblicato in Editoriali | Lascia un commento

TEDx Frascati

Tutto pronto alle Scuderie Aldobrandini per il 12 ottobre

tedx.pngFrom an idea to an avalanche è il titolo della prima edizione del TEDx Frascati, e la valanga sta per arrivare.

Il countdown è agli sgoccioli: sabato 12 ottobre, i relatori daranno il via al format di talk più famoso del mondo. Sono infatti più di 3200 i discorsi online che “possono accendere la curiosità”, come si legge nel sito ufficiale TED, in ben 117 lingue.

TEDx Frascati solleverà il sipario per i suoi primi 10 relatori. Sarà il ministro Lorenzo Fioramonti, in qualità di professore ordinario di Economia Politica all’UNASA University of Pretoria, ad aprire il programma con il talk, “Costruire un futuro migliore attraverso l’istruzione”. Prenderà poi il testimone Catalina Curceanu, primo Ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dei Laboratori Nazionali di Frascati, con l’intervento “Il gatto di Schroedinger scatena la valanga quantistica”. Forbes lo ha definito tra gli under 30 che cambieranno il futuro, è Gian Luca Comandini che per il TEDx frascatano spiegherà che “La Blockchain funziona perché non funzionano gli esseri umani”, mentre Osvaldo Danzi presidente di FiordiRisorse racconterà come “Le umane risorse fanno domande precise”. A chiudere la prima sessione di talk è Matteo Maria Di Cori in rappresentanza del proprio collettivo di architettura con lo speech “Progettare è partecipare: il Laboratorio Sottovuoti come piattaforma di dialogo tra istituzioni e comunità”.

Subito dopo il break sarà la volta di Riccardo Pirrone, il social media manager di Taffo incentrerà l’intervento su “La nostra arma segreta”. A seguire Emanuela Gatto, amministratore delegato di SPlastica illustrerà la sua esperienza con “La forza delle idee ed il coraggio di crederci fino in fondo”. Il consigliere d’amministrazione RAI Giampaolo Rossi, spiegherà il valore de “La parola delle immagini”. Poi l’ideatore di venere.com, Matteo Fago, porterà la discussione su “Invenzione e innovazione: la startup come modello per l’impresa virtuosa”. Alla scrittrice fantasy Licia Troisi, il compito di concludere la prima edizione di TEDx Frascati “A cavallo di un Raggio di Luce”.

Per coloro che sono riusciti ad accaparrarsi uno dei soli 100 biglietti d’ingresso disponibili, l’appuntamento è per sabato dalle 14 alle Scuderie Aldobrandini di Frascati per scoprire tutti i talk.

TEDx Frascati è un evento no profit patrocinato dal Comune di Frascati e sostenuto dal contributo privato.

Main partner: A. Corvi Toyota, Concessionaria e service ufficiale, Valica. Sostenitori: Maliar, Rosartist, Nikal, Ciak Photo Boot, Teknexpress e Castelli Romani Food and Wine. Media partner: WhereApp, Frascati Scienza, Il Refuso ufficio stampa, TeleAmbiente e 2duerighe. tedxfrascati.com

Per info accrediti pr@tedxfrascati.com

TED: (Technology, Entertainment, Design) è un’organizzazione no-profit, nata nel 1984, con l’obiettivo di diffondere “idee che meritano di essere condivise?. Ogni anno TED riunisce personalità di spicco che si alternano sul palco per condividere idee e progetti innovativi. TED è diventato negli anni il punto di riferimento per la comunità globale di innovatori che credono nel potere delle idee meritevoli di essere condivise: “Ideas Worth Spreading?.

TEDx: eventi locali e indipendenti, che TED dà la possibilità di organizzare con l’obiettivo di trasmettere lo spirito e l’esperienza TED a un pubblico sempre più vasto. TED fornisce le linee guida generali per la realizzazione dell’evento locale, ma ogni TEDx è organizzato e gestito autonomamente.

TEDx Frascati: evento che vuole coinvolgere il territorio e i principali protagonisti, pubblici e privati, dell’ecosistema dell’innovazione, facilitando l’incontro tra persone e gruppi con sensibilità e competenze diverse, con l’intento di creare nuovi progetti e comunità di innovatori.

Per info

Giorgia Burzachechi

pr@tedxfrascati.com

Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Nuovi stili di vita per vincere la sfida del clima e trasformare l’economia

Ho provato a dire che l’unica mobilità sostenibile che conosco e’ andare a piedi, ma mi hanno detto che mi vogliono lo stesso…

Nuovi stili di vita per vincere la sfida del clima e trasformare l'economia.png

http://www.umbriagreenfestival.it/

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Conto alla rovescia per la Notte Europea dei Ricercatori BEES

Centinaia di eventi in 30 città italiane grazie a 60 partner
27 settembre: ‘Scienza chiama Climatestrikers’

Si avvicina il momento della più grande festa della scienza d’Europa e anche quest’anno l’Italia risponde da protagonista. Saranno centinaia gli eventi, distribuiti tra oltre 30 città italiane, in programma nel progetto BEES (BE a citizEn Scientist) di Frascati Scienza.

SCIENZA E CLIMA.

Venerdi 27 settembre è Notte Europea dei Ricercatori e anche data del terzo sciopero globale degli studenti per il clima, un evento di grande rilevanza nazionale e internazionale, come sottolineato anche dal ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Lorenzo Fioramonti che ha invitato scuole e studenti all’approfondimento scientifico sulle problematiche climatiche e che proprio per il 27 ha inviato una circolare per chiedere alle scuole di giustificare le assenze scolastiche in caso di adesione alle iniziative per il clima. ‘Cittadini e politici devono ascoltare la scienza’, ha detto il ministro. ‘Mi auguro che il 27 settembre, lo stesso giorno dello sciopero degli studenti sul clima, si ascolti la scienza’. E la scienza targata BEES chiama cittadini e climate strikers: la mattina del 27, alle 9.00, dalla piazza del Mercato di Frascati, fisici, biologi, osservatori della Terra di Rhea Group incontrano il pubblico e si collegano con la grande piazza romana invasa dagli studenti in sciopero.

Continua a leggere

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento