#COP25, la Cooperativa dei Potenti che ci prendono in giro

Sono anni che scrivo e litigo con gli ambientalisti sostenendo che la COP e’ un fallimento, e forse quest’ultima lo ho è stata più di tutte le altre. Non c’era momento più opportuno nel quale i grandi interessi mondiali si dovessero confrontare per mostrare alle nuove generazioni una volontà di cambiamento. Invece non sono stati in grado neanche di accordasi su un’articoletto fatto su misura da chi vorrebbe governare la transizione ecologica continuando a consumare come ha sempre fatto. L’articolo 6 sul quale dovevano lavorate avrebbe dovuto garantire il funzionamento del “mercato” della CO2: il nostro danno ambientale, lo hanno trasformato in un mercato in cui i paesi più ricchi si “ripuliscono la coscienza” bilanciando le loro emissioni con quelle dei paesi emergenti, dove si possono costruire impianti più ecologici, magari costruiti ad opera degli stessi personaggi che nei paesi industrializzati creano il maggior danno (es AGIP). Insomma non sono stati in grado di accordarsi nonche’ su come continuare a prenderci in giro, figuriamoci a costruire un mondo migliore…

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Autografo!?

Primo giorno ospite a “l’ambiente salvato dai bambini”, organizzato all’interno di Umbria Green Festival. Cinquanta bambini scatenati e preparatissimmi, che alla fine hanno chiesto tutti l’autografo…

Pubblicato in Editoriali | Lascia un commento

Save the date: Scienza, Ambiente e Religione

Per chi fosse interessato, dicembre inteso in giro per i paesi del centro Italia… 😉

  • Giovedì 5 (scuola primaria di Cannara) e venerdì 6 (scuola primaria di Marsciano), nell’ambito di Umbra Green Festival – L’ambiente salvato dai bambini. Incontro con i bambini sui temi dell’ambiente fra linguistica cinematografica e dibattito scientifico;
  • Sabato 14 dicembre, alle 17.30, Cinema Cityplex di Terni – Visioni sostenibili, in collaborazione con Umbra Green Festival, ARPA Umbria e MIBACT/MIUR – Piano nazionale del Cinema per la Scuola;
  • Domenica 15 dicembre, ore 17, Casa del Popolo di Casal Bruciato – Via Sebastiano Satta, 45 – Focus Group Energia e Sostenibilità;
  • Domenica 22 dicembre ore 16.45 Tendone Juvenilia, Trevi nel Lazio – Quello che credeva al cielo e quello che non ci credeva, con Saverio Gaeta e Pino Pelloni.

un po’ per tutti i gusti…

156b86f7-7576-428b-a49f-70feaa8b7144

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Buongiorno!

Finalmente un piccolo trafiletto in ultima pagina della mia rivista preferita riporta una notizia di massima importanza nella battaglia al cambiamento climatico. È sicuramente tardi, e non si capisce perché, con tutta l’urgenza che l’Europa stessa pone sul tema, si debbano aspettare altri 2 anni. Certo è emblematico come nella comunicazione, in particolare sul clima, l’accento sui successi delle tante lotte non sia pari a quello posto sulle infinite catastrofi che probabilmente fanno vendere più copie.

posta@internazionale.it,  Internazionale  1334 , dicembre 2019

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

SIM dati estero

simQuesto è un piccolo post tecnologico che magari può essere utile a qualcuno.
Dovendo passare un paio di settimane all’estero (Braile) ho provato a conoscere il mondo delle SIM DATI internazionali. Di fatto, come si legge in questo post (https://toomanyadapters.com/international-sim-card-comparison/) la scelta è scarsa: gigskye e surfroam. Effettivamente, se non volete comprare una SIM del paese in cui andate, scelta dove possibile assolutamente più economica, queste due SIM si propongono competitive con le tariffe in roaming dei vari operatori. Ad esempio gigsky in Brasile offre 2 GB per 15 gg a 30 euro mentre con vodafone si ha a 29. 99 euro per 10 gg 200 minuti, 10 sms e 1 GB. È vero ci sono le chiamate e gli sms, ma chi li usa più? Con gigsky si compra quindi un pacchetto, giornaliero o per 15gg e 30gg con vari tagli di consumo per il paese dove andate (trovate anche dei codici di sconto di 5 euro su internet). La app gigsky permette di tenere sotto il controllo consumo che nel mio caso è coinciso esattamente con quanto indicato dal contatore del telefono. Diverso invece è il servizio surfroam, che è una vera e propria ricaricabile DATI con un piccolo grande neo: contabilizza i dati in blocchi da 1 MB (il costo varia tra 0.01 e 0.03 cents/MB a seconda del paese). Questo rende complicato l’utilizzo perché i cellulari continuamente chiudono e aprono connessioni, cambiano cella ecc. Alla fine il costo diventa 4/5 volte il consumo effettivo, che rende il servizio poco utile. Inoltre non esiste un’app linkata ad un proprio account e bisogna ricordarsi numero della SIM e puk per controllare i consumi ogni volta…
In conclusione gigsky è stata una buona esperienza, surfroam invece purtroppo è da sconsigliare. Entrambe funzionano perfettamente con i telefoni dual sim.

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato | Lascia un commento

Visitante!

Bella esperienza all’università di Juiz de Fora, Brasile, dove la settimana scorsa ho tenuto un mini corso di fisica delle particelle elementari a gli ingegneri del dipartimento di elettronica. C’era anche qualche studente di fisica ed è stato interessante avere una classe eterogenea. Ci siamo divertiti e come sempre è finita a tarallucci e birra. Tutto il mondo è paese…

Grazie a Igor, Rafael e Arturito (detto Augusto) per l’invito e la loro infinita ospitalità e a tutti gli studenti e professori, famigliari, ecc. che ci hanno accolto e trasportato nel bellissimo sentimento brasiliano.

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Conoscere la radioattività

Uno delle parole piu’ usate da chi ha a che fare con la fisica delle particelle elementari è radioattività. Tutti conosciamo questa parola, generalmente la temiamo, anche se molte sue applicazioni ne hanno iniziato a cambiare il sentimento solo negativo che fin’ora la circondava. Viviamo in un mondo naturalmente radioattivo fatto da particelle elementari emesse dai materiali intorno a noi, e siamo bombardati da altre particelle provenienti dallo spazio, che ci raggiungono parecchie migliaia di volte al secondo.

La radioattività è responsible della nostra evoluzione, possibile causa di mutazione del nostro DNA cellulare, e per questo è anche pericolosa. Ma, opportunamente dosata, può curare o limitarne lo sviluppo di brutte malattie. Viviamo in un mondo radioattivo, un “bagno” di particelle elementari che ci colpiscono da ogni parte, che dobbiamo conoscere ed imparare ad usare. D’altronde questo è lo scopo della scienza, conoscere la natura e usarla a vantaggio dell’uomo.

Per questo fra i progetti del mio istituto c’è ITALRAD (ITALian RADioactivity project) il cui scopo è realizzare un piccolo, leggero ed agile elicottero che possa andare a caccia di radioattività per tutta l’Italia.

Il progetto è supportato da MIUR ed ha appena partecipato ad una importante competizione internazionale per il monitoraggio dell’ambiente radioattivo, distinguendosi per le sue speciali caratteristiche http://www.nationalgeographic.it/scienza/2019/11/01/news/cacciatori_di_radioattivita_italrad_italian_radioactivity_project_-4601390/

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , ,