Raggi Gamma – Agile e gli impulsi radio di origine Galattica

Mercoledì 27 Maggio ore 19 aperitivo con Marco Tavani e Giovanni Mazzitelli, in diretta YouTube: https://www.youtube.com/c/GiovanniMazzitelli

images (3).jpegMagari non ce ne rendiamo conto ma oltre a brillare la nostra Galassia, suona. Emette dei suoni molto veloci detti, Fast Radio Burst. Il 28 aprile 2020 è stato rilevato, per la prima volta, uno di questi lampi radio contemporanemente ad un lampo di raggi X e gamma. In particolare, il nostro italianissimo satellite Agile ha rilevato un impulso di raggi X. Nessuno di questi segnali era mai stato associato prima a raggi X o gamma, e di nessuno si era mai trovata la sorgente fisica, come invece sembra sia successo questa volta. All’origine del fenomeno parrebbe esserci il comportamento di magnetar (Sgr 1935+2154) una stella di neutroni che possiede un enorme campo magnetico, miliardi di volte quello terrestre. Ne parliamo con Marco Tavani (INAF) a capo del progetto Agile.
Agile e’ un satellite realizzato dalla collaborazione Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) ed e’ stato testato e calibrato ai Laboratori Nazionali di Frascati (LNF) prima di essere lanciato nel 2007.

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

A caccia della Materia Oscura

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Neutrini, lo specchio si è rotto.

Mercoledì 20 Maggio ore 19 aperitivo con Gabriella Catanesi e Giovanni Mazzitelli, in diretta YouTube: https://www.youtube.com/c/GiovanniMazzitelli

Un proverbio giapponese recita: “anche lo specchio migliore non riflette l’altro lato delle cose”. E i neutrini ne sono un esempio. Nulla dell’esperienza quotidiana ci farebbe pensare che vi siano fenomeni della natura in cui ciò che guardate allo specchio non è necessariamente l’immagine della realtà che vi circonda. Ebbene la natura microscopica delle particelle subnucleari non è così semplice. Già i quark, i mattoni elementari dei nuclei atomici, violano questo comportamento tanto che le particelle che maggiormente sentono questo effetto sono dette “strane”, ma oggi sappiamo che lo fanno anche i neutrini, particelle elementari “particolarmente strane”. Sareste infatti sorpresi di scoprire che viaggiando ad esempio da Roma a New York, specchiandovi una volta arrivati potreste apparire grassocci, oppure slanciati e aitanti. E così i neutrini, viaggiando dalle stelle dell’Universo a noi, cambiano la loro massa a seconda di quando li osserviamo. E’ come se oscillassero fra 3 stati di massa diversa. Ma cosa vuol dire questo comportamento? Perché ci affascina tanto? E perché è tanto importante nei neutrini? Ne parliamo con Gabriella Catanesi, responsabile nazionale per l’Istitututo Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) della collaborazione italiana dell’esperimento T2K (Tokai to Kamioka) in Giappone, che sfrutta il più grande esperimento, Super-Kamiokande, al mondo per la ricerca dei neutrini al quale la rivista Nature ha dedicato la copertina di Aprile.

 

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Sicurezza

Termini, una delle stazione dei treni fra le più incasinate d’Eurapa, 480.000 visitatori al giorno, 150 milioni all’anno, ha un bellissimmo aspetto cosi vuota e ordinata. Flussi per scendere e salire dal treno, treni regionali puliti e con le indicazioni chiare e precise. Sembra di stare in Svizzera, e anche se preferisco la caciara romana, in questa situazione è sicuramente un fatto eccezionale. Quello però che mi preoccupa è vedere che carabinieri e polizia non indossano mai i guanti e molto poco le mascherine. Al di la che magari sono controllati e comprendo la scomodità, non mi sembra un bell’esempio.

Pubblicato in Editoriali | Lascia un commento

GNE2020 ai tempi del Coronavirus: si moltiplica per 20

Resilienza è stata la parola che ci ha accompagnato fin da ottobre. Anche durante l’emergenza sanitaria, abbiamo fatto come le palme e ci siamo lasciati trasportare dalla tempesta. Il risultato? Un evento senza precedenti con numeri a tre zeri. La Giornata Nazionale di Giornalisti Nell’Erba, dedicata alle celebrazioni finali del premio di giornalismo, non potendo essere organizzata come di consueto a causa del decreto #iorestoacasa, si è spostata sul web raddoppiando le giornate di premiazione.

Libri-estate-1.jpg

I NUMERI
38 gli elaborati premiati su 1000 partecipanti, 12 le regioni connesse (Calabria, Puglia, Campania, Sardegna, Lazio, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia e Liguria) e persino Boulogne sur Mer, in Francia. Le dirette delle premiazioni hanno realizzato oltre 12.500 visualizzazioni e più di 4.000 interazioni: 20 volte tanto i numeri delle precedenti edizioni. I post di annuncio delle dirette: 9000 visualizzazioni e 400 interazioni.

IL SALUTO DEL MINISTRO COSTA
Sono stati 80 gli interventi in diretta dei vincitori, 10 gli ospiti intervenuti, tra cui anche il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. “Credo sia la redazione più giovane e grande non solo d’Italia e d’Europa ma addirittura del mondo. Apprezzo molto questa forma di dialogo e scambio sui temi ambientali che, come appare evidente, stanno a cuore a tanti. Questa grande gioventù mi fa molto ben sperare, specialmente in quest’anno che vede l’Italia co-partner per l’organizzazione della COP26 e organizzatrice della COP dei Giovani. La terremo nel 2021 e voi Giornalisti nell’Erba sicuramente ne avrete una grande parte e avremmo piacere anche di sapere cosa ne pensate” così il Ministro ha voluto salutare i partecipanti.

STAMPA E SCIENZA TRA GLI OSPITI
I rappresentanti della stampa nazionale Giancarlo Loquendi di RAI Radio 1, Tommaso Perrone, direttore di LifeGate e Andrea Bertaglio de La Stampa Tuttogreen, hanno ribadito l’importanza di un’informazione corretta e puntuale per contrastare il dilagare delle fake news, ed elogiato il lavoro svolto dai vincitori.
Un posto d’onore nel cuore dello staff di Giornalisti Nell’Erba è destinato a Sergio Ferraris, direttore di QualEnergia e presidente del Comitato Scientifico di GNE, che ha voluto supportare le due giornate di festeggiamenti, mettendo a disposizione il suo tempo e i suoi mezzi tecnici per la regia delle dirette web “GNE è uno dei pochi progetti editoriali degni di nota e meritevoli di supporto”, così ha motivato la sua disponibilità.
Anche esponenti della comunità scientifica, Giovanni Mazzitelli, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Matteo Martini, presidente di Frascati Scienza e docente dell’Università G. Marconi, hanno molto apprezzato l’analisi condotta dai partecipanti, sottolineando l’importanza della scienza nel lavoro del giornalista e del cittadino consapevole.

LA RETE DOCENTI GNE
Tutto questo non sarebbe stato possibile senza le nostre Docenti della Rete GNE, Giuditta Iantaffi, Ilaria Romano, Annalisa Persichetti: quest’ultima ha definito Giornalisti Nell’Erba “forse il primo e sicuramente il più ampio ed efficace esperimento di DaD in Italia. Con il contributo più che decennale e continuativo di ricercatori, insegnanti di ogni livello scolastico, dall’università alla scuola dell’infanzia e dirigenti”. O ancora Chiara Fardella, Barbara Doronzo, Maria Anile, Lucia Visciglia, Pina Antonucci, Natale Todaro, Hélène Duval e tante altre new entry e docenti storici della Rete gNe, tra cui Vita e Carla Minisci, che ci ha definiti “Un esempio di sostenibilità sociale. Avete annullato le distanze e unito le scuole d’Italia. Grazie”.

IL PATTO EDUCATIVO GLOBALE E GNE
Roberta Cafarotti, direttore scientifico di Earth Day Italia, anche lei ospite delle premiazioni, ha parlato del Patto Educativo Globale: “Nasce da un’esigenza diffusa che Papa Francesco ha ben intercettato. L’esigenza è di cambiamento del sistema, e il Coronavirus ce ne ha dato una ulteriore prova. Questo cambiamento ha bisogno di  educazione e rieducazione, per cambiare la visione del futuro. Un’educazione che non si esaurisce con il ruolo delle scuole, ha necessità di tutto quel mondo di educazione informale che abbiamo intorno e di ritrovare soggetti attivi ovunque, in famiglia, al lavoro, all’università. In Italia, come in altre realtà, le istituzioni non tengono il passo. Si fa fatica a stringere in un angolo l’argomento educazione alla sostenibilità, rimpallato com’è tra Ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione. Le scuole in molti casi sono aperte, ad esempio le scuole in relazione con Giornalisti Nell’Erba sono tra le poche all’avanguardia. Ma si deve poter inserire l’educazione alla sostenibilità nelle attività, non da carbonari: con ruolo riconosciuto e con un grazie“.

ALLO STAFF GRAZIE DI CUORE
Un ringraziamento particolare va allo staff storico di Giornalisti nell’Erba, a Paola Bolaffio, direttore ed ideatrice del premio, a Giorgia Burzachechivicedirettore, a David De Angelis, il direttore artistico che ogni anno ci regala le splendide illustrazioni che rendono il premio unico e inimitabile, a Leonardo Porciello e Gabriele Vallarino che in un asse tra Roma e Genova hanno raccontato le due giornate di premiazione anche attraverso i social network.

Ufficio Stampa – Il Refuso
ilrefuso@gmail.com

3337042018

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Onda su Onda, surfando nell’Universo

Domani, mercoledì 29 Aprile ore 19 aperitivo con Luca Latronico e Giovanni Mazzitelli, in diretta YouTube: https://www.youtube.com/c/GiovanniMazzitelli

Quando osserviamo il mondo intorno a noi dobbiamo ringraziare la luce. Anche quando guardiamo l’Universo il processo e’ molto simile: le varie forme di luce – onde elettromagnetiche – prodotte dalle tante sorgenti cosmologiche che rimbalzando su gli oggetti cosmologici giungono sui nostri Telescopi permettendoci di guardare lo Spazio piu’ profondo.
Nel 2015, grazie alla scoperta delle Onde Gravitazionali, si e’ aperto anche un nuovo modo di osservare l’Universo. Un po’ come il suono e’ prodotto dalla vibrazione dell’aria, le onde gravitazionali sono prodotte dalla ondulazione dello spazio tempo causata da eventi di grandissima intensità nel nostro Cosmo.
Ma ci sono eventi che coinvolgono sia la vista che il suono e con la coalescenza di due stelle a neutroni osservata nel 2017, e’ nata quindi l’astronomia multi-messenger, in cui non solo vediamo, ma anche ascoltiamo lo Spazio intorno a noi.
Siete quindi tutti inviatati ad un aperitivo virtuale con Luca Latronico, fisico dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Torino e esperto di astronomia gamma, per quattro chiacchiere e un brindisi al’Universo, visibile ed udibile.

Luca Latronico sarà anche ospite ai Laboratori Nazionali di Frascati il 30 Maggio alle 14.30 per un seminario dedicato ad esperti della materia: https://vibe.ezuce.com/ Meeting ID: 7289767467

Pubblicato in Editoriali, News | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

#GNE2020 – Online Edition

GNE2020_con_pesciolino27 e 28 aprile – in diretta

Ci vediamo lunedì 27 alle 14.30 e martedì 28 alle 15 in diretta sulla nostra pagina Facebook per la XVI Giornata Nazionale#GNE2020Online Edition con tanti ospiti e tantissimi giovani finalisti da tutta Italia.

Non mancate.

L’edizione 2020 della Giornata Nazionale Giornalisti Nell’Erba sarà online. In diretta video, grazie alla regia del presidente del comitato scientifico della Giuria, il giornalista e direttore di QualEnergia Sergio Ferraris, trasmetteremo le premiazioni di tantissimi giovani finalisti da tutta Italia, insieme a tanti ospiti.

La premiazione della XIV edizione di gNe si svolgerà in due momenti e sarà trasmessa online in diretta facebook sulla pagina di Giornalisti Nell’Erba e successivamente sarà visibile sul nostro canale youtube e sulla testata giornalistinellerba.it.

Ospiti dell’evento, oltre a Sergio Ferraris, padrone di casa digitale, Giancarlo Loquenzi, il ben noto conduttore di Zapping 2.0 su Rai Radio 1, Roberta Cafarotti, direttrice scientifica di Earth Day Italia, Matteo Martini, presidente di Frascati Scienza, Andrea Bertaglio, giornalista scientifico-ambientale (La Stampa Tuttogreen e altre testate), Giovanni Mazzitelli, primo ricercatore all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Tommaso Perrone, direttore di LifeGate, David De Angelis, direttore artistico di Giornalisti Nell’Erba, Giuditta Iantaffi e Ilaria Romano, coordinatrici nazionali della Rete Docenti gNe.

In programma anche l’intervento del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Invitata pure la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Conducono  le giornaliste Paola Bolaffio e Giorgia Burzachechi, le due “boss? di Giornalisti Nell’Erba. Alle “tastiere? dei social, Gabriele Vallarino.

Saranno premiati i finalisti di ciascuna categoria (Giornalismo – Data and infographic journalism – Social – Bufale – Creativa) per ciascuna sezione/fascia d’età (1. dall’infanzia alla fine della primaria – 2. scuola secondaria primo grado – 3. scuola secondaria di secondo grado – 4. senior fino a 29 anni – Internazionale), per un totale di una quarantina di elaborati, tra video, inchieste, articoli, opere creative.

I finalisti della XIV edizione sono classi, gruppi e/o singoli dalla Calabria, Puglia, Campania, Sardegna, Lazio, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, e pure piccolissimi da Boulogne sur Mer, in Francia.

Il tema sul quale hanno lavorato i giovani e giovanissimi partecipanti al premio, migliaia anche quest’anno, è stato: “RESILIENZA – NON ABBOCCO 2. Resilienza all’emergenza climatica, ambientale, economica e sociale. Resilienza alla comunicazione difettosa e tossica?.

GIORNALISTI NELL’ERBA (in generale)

Il nostro progetto, per il quale è attivo un protocollo d’intesa con il MIUR per l’educazione allo sviluppo sostenibile, prevede varie azioni con i giovani e i giovanissimi, tra cui il Premio, appunto, giunto al suo 14° anno di vita, che coinvolge ogni anno scuole e ragazzi di tutta Italia in una “competizione” tra i migliori elaborati giornalistici, creativi ecc (tema di quest’anno, “Resilienza – Non Abbocco 2”, con giuria d’eccellenza); una testata giornalisticaregistrata e accreditata anche presso l’ONU alla quale collaborano molti tra i quasi 10.000 giovani Giornalisti Nell’Erba di tutta Italia; una rete nazionale docenti, che ha elaborato nel tempo e pubblicato anche in ebook “Il metodo Giornalisti Nell’Erba: Una cassetta degli attrezzi per l’educazione allo sviluppo sostenibile“, eventi, progetti specifici per le scuole e altre azioni educative che hanno ottenuto riconoscimenti prestigiosi (dal Miur al Ministero dell’Ambiente, dalla Presidenza della Repubblica a quella della Camera e del Senato, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea ai tanti enti di Ricerca che pure collaborano di volta in volta al progetto ecc).

GNE2020_con_pesciolino.pngIl Refuso uff. stampa

giornalistinellerba@gmail.com

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , | Lascia un commento