Verso L’Infinito e oltre…

OMAGGIO ALLO SCULTORE CONSTANTIN BRANCUSI: ARTE E SCIENZA A CONFRONTO

Venerdì 19 febbraio – Auditorium delle Scuderie Aldobrandini, Frascati – dalle 15 alle 16.30

Romania_20060512_-_Tirgu_Jiu_-_Coloana_fara_sfarsitFrascati– Infinito come punto di partenza. Per i 140 anni della nascita dello scultore rumeno Constantin Brancusi, una discussione a tema sul concetto scientifico e metafisico più affascinante di sempre.
L’Universo e il tempo sono infiniti? Come vengono misurati dagli scienziati? Cosa rappresenta l’infinito nella ricerca scientifica?
Partendo dalla rappresentazione metaforica che ha reso celebre Brancusi, la Colonna Infinita, ne discutono venerdì 19 febbraio presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, il primo ricercatore dell’INFN di Frascati, Catalina Curceanu di origini rumene, insieme al collega e presidente dell’Associazione Frascati Scienza Giovanni Mazzitelli.
Verso l’infinito e oltre…è parte degli eventi di lancio della Notte Europea dei Ricercatori 2016, progetto promosso dalla Commissione Europea, coordinato e realizzato da Frascati Scienza.

Nato in Romania il 19 febbraio del 1876, Brancusi non ha soltanto sfidato l’arte scultorea del tempo, studiando e lavorando insieme con i “mostri sacri” Rodin, Medardo Rosso e Mercié, ma ha rivoluzionato il concetto dell’installazione artistica con la sorprendente opera la Colonna Infinita. Questo pezzo unico realizzato in pietra dall’artista è diventato l’emblema della tendenza all’infinito dell’uomo. Il desiderio di rimanere immortali e di spingersi sempre oltre i limiti della conoscenza, cercando “tutte le forme in una sola”.
La Colonna Infinita domina il famoso Giardino di Targu Jiu, interamente progettato e scolpito da Brancusi e dedicato al suo Paese di origine. E’ diventata simbolo della ricerca dell’artista, ma anche dell’ingegno umano e della sua potenza senza limiti. La Colonna è stata studiata da fisici e ingegneri per la sua apparente fragilità all’esposizione al vento e agli agenti atmosferici, lasciando senza parole per la costruzione perfetta, che la rende unica nel suo genere e infinita nel tempo e nello spazio, perché solida come la roccia che la costituisce. La Colonna Infinita è stata inaugurata nel 1938 a Targu Jiu, in Romania, e fa parte dalla trilogia di capolavori di brancusi che compende anche La porta del bacio e La tavola del silenzio.
“L’infinito matematico si contrappone all’infinito nella fisica – spiega Catalina Curceanu – mentre nella matematica l’infinito è una presenza costante, nella fisica rappresenta spesso i limiti della nostra conoscenza”.
Arte e scienza di nuovo insieme per un pomeriggio di discussione aperta al pubblico e a ricercatori e artisti curiosi di scoprire nuove sfaccettature di questo affascinante “tutto”: l’infinito.

Informazioni su Giovanni Mazzitelli

Senior Researcher - field of interest high energy physics and particle accelerators; science communication and education; sail and alpinism lover
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...