Odissea nell’Universo (sconosciuto)

Guardare il cielo in una notte stellata ci riempie di gioia e nello stesso tempo ci fa pensare a quello che siamo, perduti nell’immensità dell’Universo. Un oblio, che ci fa riflettere sulle scoperte della scienza capaci di spiegare quello che accade nel mondo che ci circonda fino al più piccolo mattone elementare così come il moto degli astri più vicini a noi sui quali qualcuno andrà presto a passeggiare. Mentre quando guardiamo all’Universo più remoto, dove forze ignote si nascondono sotto forma di energia e materia oscura, molto è per lo più ignoto.

stelle.jpeg

Mercoledì 8 aprile alle ore 17 inizierà il nostro viaggio alla scoperta dei segreti dell’Universo in compagnia di Giovanni Mazzitelli, primo ricercatore dei Laboratori di Frascati dell’INFN e membro del comitato scientifico di Frascati Scienza per il nuovo appuntamento di Scienza Contagiosa.

La fisica delle particelle elementari ha trovato un modo per rappresentare appena il 4% dell’universo che ci circonda. Il rimanente 96% è ancora sconosciuto e viene chiamato energia e materia oscura. In diretta streaming sui canali  Facebook e YouTube di Frascati Scienza sarà possibile inviare domande attraverso la sezione “Commenti” per comprendere perché questo 96% non si vede e cos’è che non sappiamo vedere.

Il format di video incontri al tempo del distanziamento sociale cambia orario, arriva con l’ora del tè, per rimanere vicino, non solo a studenti e studentesse, ma anche a tutti coloro che, costretti a casa, hanno voglia di trascorrere un’ora in compagnia della scienza.

Modera Raffaele Giovanditti, comunicatore e membro del Consiglio Direttivo di Frascati Scienza.

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Continuiamo ad aiutare i piu’ ricchi con i soldi dello stato

regione-lazio-1.jpg

Anche con il la crisi del COVID-19, la soluzione e’ sempre quella: socializziamo il danno attraverso i fondi publici per darli ai piu’ ricchi. Sono in affitto in una comoda casa al centro di Roma, e grazie al celo non ho bisogno dei fondi dello Stato per poter sfangare questo mese. Il mio affitto lo pago ad una società, che in realtà è proprietà di una famiglia romana che ha oltre 3000 appartamenti nel centro. Ora lo stato tramite le Regioni permette a chi ha difficoltà a pagare l’affitto a richiedere un contributo pari al 40% della retta mensile per i mesi di febbraio, marzo ed aprile se il reddito del nucleo famigliare si è dimezzato rispetto a gli stessi mesi del 2019. Quindi di fatto in questo caso lo Stato paga senza alcun problema il mio padrone di casa, investitore che non avrà nessuna conseguenza da questa crisi. Inoltre, sappiamo tutti che in Italia ci sono i tanti furbetti che probabilmente non denunciano tutti i loro ingressi o evadono completamente le tasse. Quindi come al solito, prima i ricchi, poi i furbi e in ultimo quelli che veramente ne hanno bisogno. Ma una bella patrimoniale, soprattutto su beni immobili, che non fanno girare l’economia, no!?

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il grande fratello

1984-george-orwell.jpgTutti si preoccupano del rapporto fra dati personali e privacy. Capisco il problema ma francamente penso che sia mal posto.
Abbiamo l’idea, per le esperienze fin qui vissute, che dietro alla cessione dei nostri dati ci sia una forma di sorveglianza che ci possa non solo limitare nelle libertà ma anche condizionare nelle scelte. Temiamo infatti un grande fratello orwelliano, che ci sorvegli e che sappia tutto di noi, ad esempio di quale religione siamo, le abitudini sessuali ecc, ecc. In una società veramente libera, questo non dovrebbe essere affatto un problema: se fossi ateo, cristiano o mussulmano, così come se fossi gay, bisex o eterosessuale non dovrebbe fare alcuna differenza. Purtroppo ci sono ancora dei “pregiudizi” sociali al passo coi tempi in cui abbiamo privatizzato qualunque cosa, anche i nostri dati. I nostri pregiudizi li abbiamo curati con le semplificazioni del recente populismo che abbiamo recentemente vissuto, e tutte le nostre informazioni sono in mano a grandi multinazionali che grazie alla vendita di questi dati anno fatturati più alti del PIL tanti stati del mondo e condizionano fortemente i nostri comportamenti.
Francamente penso che se sei eterosessuale, ma pedofilo, o mussulmano, ma terrorista, non solo vorrei che venissi sorvegliato ma anche limitato rapidamente delle tue libertà d’azione. Allo stesso modo vorrei che i miei interessi e le mie capacità, “spiate” da un grande fratello, potessero essere valorizzate e magari usate per il progresso sociale e l’abbattimento delle disuguaglianze. C’è quindi un problema di obiettivo e un altro di metodo. L’obiettivo dovrebbe essere guidato dall’etica di una società libera, capace di valorizzazione del capitale sociale prima che economico. Il metodo invece dovrebbe prevedere un forte controllo delle informazioni da parte della società e quindi dello Stato che ne è sua la massima espressione.
Questo sicuramente ricorda il socialismo reale, che francamente ho sempre ritenuto essere l’utopico traguardo di una società perfetta, in cui uno stato, realmente espressione della sua società, è capace di assicurare a tutti libertà e uguaglianza. Utopia che la corruzione culturale ed economica del neoliberismo e del patto socialdemocratico hanno anniento. 
Come molti dicono e scrivono, il COVID-19 ci sta facendo riflettere sul nostro modello sociale che abbiamo seguito fin ora. Globalizzato ma non internazionalizzato, statalizzato ma non federalizzato, che ha confuso la libertà di una società con la libertà del singolo, che ha garantito privilegi a pochi a scapito del benessere di molti. In questo ripensamento collettivo, chiusi nelle nostre case, pensando a quello che probabilmente stiamo per perdere, dovremmo essere capaci di ripensare a attualizzare veramente quello di cui non abbiamo saputo cogliere l’opportunità. Ma, la risposta c’è già e Orwell l’aveva capita.

Pubblicato in Editoriali | Contrassegnato , | Lascia un commento

Borse Summer Student @ LNF

IMG_20181217_162642

Bando n. 21978/20
Concorso per il conferimento di n. 5 borse di studio per attività di formazione scientifica e tecnologica per studenti universitari o neolaureati – Summer Student

Scadenza 11/04/2020: https://www.ac.infn.it/job/dettagli_job.php?id=2693

Pubblicato in News | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Industria 4.0 e cybersecurity: Matrix è adesso

Screen Shot 2020-03-15 at 12.31.46Terzo  appuntamento Scienza Contagiosa, domani lunedì 16 marzo ore 11, dal titolo Industria 4.0 e cybersecurity: Matrix è adesso. La digitalizzazione sta investendo tutti i comparti produttivi, dando vita a quella che è comunemente conosciuta come la quarta rivoluzione industriale. Centinaia di miliardi di dati, formano i tasselli di enormi quantità di informazioni che riguardano la nostra vita quotidiana. Quanto si può scoprire di noi dai nostri dati e quanto questi sistemi sono sicuri?
Seguici in diretta sui canali ufficiali di Frascati Scienza: accedendo alla pagina Facebook, oppure facendo l’iscrizione al canale YouTube e seguire la diretta. Per coloro che non saranno disponibili agli orari stabiliti, verrà predisposta una replica per la IG TV del profilo Instagram.

prossimi appuntamenti al link: https://www.frascatiscienza.it/2020/03/cybersecurity-infodemia-e-creazioni-necessarie-a-scienza-contagiosa/

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , | Lascia un commento